Quarantena, estate e profumi.

Un modo nuovo per riconoscere la vita ed accettarla in tutti i suoi aspetti.

Ci avviamo, finalmente, verso una nuova normalità, dopo mesi di lockdown, durante il quale mascherine e distanziamento hanno messo seriamente in difficoltà il nostro equilibrio psicologico e fisico.

E’ proprio in momenti difficili come questi che dobbiamo trovare altrove la forza per cercare l’equilibrio interiore e, probabilmente, lasciarci guidare dalla capacità evocativa ed emotiva dei sensi, attraverso suoni, odori e colori, può rappresentare la via d’uscita giusta.

In un momento in cui abbiamo necessariamente dovuto fare a meno del tattoo, devono essere gli altri sensi a renderci la vita piacevole. L olfatto ad esempio, magari stimolato dal potere di una nuova fragranza.

Tristezza, ansia, nostalgia, ma anche la gioia per le piccolo cose

Sono solo alcuni dei sentimenti che hanno attraversato la nostra società in questi mesi. Abbiamo capito di nuovo l’importanza delle emozioni nella nostra vita. Si tratta di stati d’animo di cui non ci libereremo molto facilmente.

Per questo motivo, e proprio in questo momento, la nuvola avvolgente di un profumo può diventare un potentissimo mezzo di comunicazione.

Quando il contatto fisico manca, per ragioni di forza maggiore, l’olfatto riconquista lo spazio che merita e diventa un fenomenale ponte comunicativo.

I messaggi che l’olfatto è in grado di diffondere nell’aria diventano una possibilità di riconoscimento di un alfabeto non verbale, che è di fondamentale importanza per i comportamenti sociali.

Ogni uomo è in grado di riconoscere circa 10mila odori diversi, ecco perchè l’olfatto è un senso tanto importante quanto sottovalutato. E gli odori sono indissolubilmente collegati ai ricordi.

In un neonato l’olfatto è il primo senso ad attivarsi e giocherà un ruolo di fondamentale importanza nel riconoscimento della relazione con la propria madre

Ma gli odori sono in stretta connessione anche con le emozioni. I neuroni olfattivi sono collegati a quelle parti del cervello umano preposti a queste impression.

La memoria episodica, cioè la memoria a lungo termine che agglomera i ricordi autobiografici a lungo termine che danno forma alla nostra identità, é quella maggiormente stimolata.

In tanti abbiamo utilizzato gli odori della nostra infanzia per sentirci vicino ai cari che per lungo tempo non abbiamo potuto abbracciare. Ognuno di noi ha la propria gamma di odori personali, ma esistono anche delle tonalità in comune.

A tutti sarà capitato, ad esempio, da bambini, di correre nel mezzo di prati in fiore. Qualsiasi cosa colorata ci aiuta a tornare indietro a quei tempi spensierati in cui eravamo liberi di giocare all’aria aperta.

Allora tanto spazio va dato ai sentori dei nostril giardini mediterranei, con gli aromi energizzanti degli agrumi. Inoltre è proprio in questo period che la natura di riappropria con forza dei suoi spazi, che le città tornano a respirare e l’aria sembra più pulita e più fresca. Collegandoci con essa, con I suoi profumi nuovi, possiamo ritrovare il benessere di cui abbiamo bisogno.

Recenti

Soul Express Licapizza

Un coloratissimo locale che profuma di Vera Pizza Napoletana a due passi da Caserta, la bellissima provincia...

RESPECT, la regina sta arrivando!

R.E.S.P.E.C.T poche lettere che hanno educato un'intera generazione. Una canzone potente, che, appena la canticchiamo, dà forza....

Questa pubblicità sulle mestruazioni e l’utero farà bene a tutte le donne

Mestruazioni, ma anche endometriosi, orgasmo, gravidanza e aborto spontaneo, tutto ciò che le donne possono vivere attraverso...

Tendenza Capelli: 6 Irresistibili “French Bob” per l’estate

Perché è "francese" questo "bob"? Qual è la lunghezza richiesta? Su quale tipo di texture dei...

Cucùbebè : il tuo negozio per l’infanzia

Cucùbebè è il posto sicuro che stavi cercando per te e per il tuo bambino.